Contatti

Mercati Associati

Presidente Oliviero Gregorelli
E-mail: presidenza@mercatiassociati.com

Sede operativa: Piazzale dell’Agricoltura, 16 – 33100 UDINE
Tel. +39 0432 520677 – Fax +39 0432 520440
E-mail: info@mercatiassociati.com

+
<>
Mercati_dintorni_logo_sito

“Mercati e dintorni”, una finestra sull’attualità

Il nuovo strumento di dialogo con i Soci di MERCATI ASSOCIATI è realizzato in collaborazione con  FEDAGRO e ANDMI.

Leggi l'articolo

Il network dei mercati all’ingrosso italiani

Mercati Associati inaugura una nuova fase della propria attività, per favorire la crescita imprenditoriale e culturale di un comparto che svolge un servizio strategico per il pubblico interesse.

Leggi i valori
Albero

Stabilimento in etichetta obbligatorio per i prodotti alimentari italiani

Mercati_dintorni_logo_piccoloIndicare la sede dello stabilimento di produzione o confezionamento per i prodotti alimentari sarà obbligatorio. Lo ha stabilito il Consiglio dei ministri che ha approvato il primo atto per la reintroduzione del provvedimento, che era stato abolito dal regolamento europeo 1169/2011 in materia di etichettatura degli alimenti.

L’obbligo di indicazione della sede dello stabilimento riguarderà gli alimenti prodotti in Italia e destinati al mercato italiano. Allo stesso tempo, comunica il ministero per le Politiche agricole, partirà a breve la notifica della norma alle autorità europee per la preventiva autorizzazione. L’Italia insisterà sulla legittimità dell’intervento in applicazione di quanto previsto dall’articolo 38 del regolamento n. 1169/2011, motivandola in particolare con ragioni di più efficace tutela della salute dei consumatori.

“È un passo importante che conferma la volontà del Governo di dare indicazioni chiare e trasparenti al consumatore sullo stabilimento di produzione degli alimenti – afferma il ministro per le Politiche agricole Maurizio Martina -. Diamo una risposta anche alle tantissime aziende che hanno chiesto questa norma e hanno continuato in questi mesi a dichiarare lo stabilimento di produzione nelle loro etichette”.

Il ministro annuncia: “Non ci fermiamo qui, porteremo avanti la nostra battaglia anche in Europa, perché l’etichettatura sia sempre più completa, a partire dall’indicazione dell’origine degli alimenti. Per noi si tratta di un punto cruciale, perché la valorizzazione della distintività del modello agroalimentare italiano passa anche da qui. Lo scorso anno per la prima volta il Governo ha chiamato i cittadini a esprimersi ufficialmente su questa materia, attraverso una consultazione pubblica online. Il 90% dei 26 mila italiani che hanno risposto ha detto che vuole leggere la provenienza chiaramente indicata sui prodotti che consuma”.

Author: Staff

Lascia un commento