La nascita di MERCATI ASSOCIATI, nel 1995, coincide con il decollo del processo di modernizzazione dei mercati all’ingrosso, i quali, rispondendo alle moderne esigenze della distribuzione e dei consumatori, hanno intrapreso la strada della trasformazione in Centri agroalimentari. MERCATI ASSOCIATI, da anni accompagna e favorisce la crescita imprenditoriale e culturale di un comparto che svolge un servizio strategico per il pubblico interesse. Oggi si propone non solo come Associazione rappresentativa del mondo dei mercati ortofrutticoli all’ingrosso, sua caratteristica principale, ma anche dell’intero sistema agroalimentare che comprende i prodotti floricoli, ittici e le carni ed il bestiame. I Centri agroalimentari visti, quindi, non più come semplici luoghi di compravendi di frutta e verdura ed altri prodotti, ma veri e propri centri servizi: stoccaggio e movimentazione, controlli sanitari e di qualità, promozione, marketing, innovazioni commerciali e gestionali. E, naturalmente, la formazione del prezzo: la quotidiana contrattazione che ha luogo nei Mercati in regime di libera e trasparente concorrenza costituisce l’irrinunciabile punto di riferimento per la formazione di prezzi equi e per la tutela di tutti gli attori della filiera, consumatori compresi.

L’intero sistema mercatale italiano movimenta ogni anno circa 11.500.000 tonnellate di ortofrutta, pari a circa il 60% dell’ortofrutta movimentata in Italia, per un totale di oltre 25.000 addetti (senza contare l’indotto). Si tratta sia di Mercati amministrati dai Comuni, sia di strutture la cui gestione è stata affidata a società miste, al cui azionariato e alla cui amministrazione partecipano direttamente gli operatori commerciali ed i produttori stessi. Tale collaborazione tra enti pubblici e soggetti privati consente di valorizzare ancora di più quel bagaglio di competenze, conoscenze e professionalità che è proprio degli operatori e che contribuisce in misura fondamentale a rendere i Mercati una realtà unica e imprescindibile.

Dopo aver concentrato gli sforzi sull’ammodernamento strutturale del sistema, rivestendo un ruolo chiave nella realizzazione dei nuovi centri agro-alimentari finanziati da legge dello Stato, oggi Mercati Associati inaugura una nuova fase della propria attività. Si tratta, infatti, di potenziare le innovazioni a livello di servizi erogati e di metodiche gestionali, avendo l’obiettivo di migliorare l’efficienza delle strutture gestite e le garanzie di qualità e salubrità dei prodotti trattati, con evidenti ricadute positive sulla spesa dei consumatori in termini sia di economicità che di sicurezza alimentare e di freschezza. L’associazione intende riportare il focus sulla qualità delle merci e sulla tipicità, un valore da salvaguardare e promuovere anche per favorire lo sviluppo dei mercati interni e delle esportazioni. Alla valorizzazione della qualità e della tipicità dei nostri prodotti sono legati aspetti molto significativi per l’economia del Paese, sia per quanto riguarda l’export che il turismo. Per raggiungere tali scopi, l’associazione si propone un intenso lavoro di formazione, informazione e comunicazione, sia all’interno che all’esterno, creando un network che unisca gli enti gestori, i direttori dei mercati, senza dimenticare i produttori e i consumatori.

Massima concertazione quindi tra gli Enti Gestori dei Mercati per azioni univoche, condivise, che portino ad una risoluzione collegiale e propositiva delle eventuali problematiche esistenti, con le Istituzioni locali e nazionali, nonché una rinnovata collaborazione con FEDAGRO (Federazione Grossisti di Mercato) e con l’ANDMI (Associazione Nazionale Distretti di Mercato), per far sì che obiettivi comuni di comparto vengano perseguiti assieme in un rinnovato spirito collaborativo.

Mercati Associati inoltre, al fine di un confronto con gli enti Gestori dei Mercati agroalimentari all’Ingrosso di altri Paesi, fa parte del WUWM, Organismo Mondiale che associa i vari Mercati all’Ingrosso.